Tirocini formativi

ll tirocinio è uno strumento formativo che permette allo studente di effettuare un periodo di esperienza lavorativa presso Enti pubblici o privati, al fine di sviluppare specifiche competenze personali e professionali. Attraverso queste attività lo studente acquisisce una conoscenza diretta del settore lavorativo cui il titolo di studio può dare accesso, nonché informazioni utili per agevolare una scelta consapevole in relazione al proprio futuro professionale (Decreto del Ministero del Lavoro 25 marzo 1998, n. 142; Decreto del Ministero dell’Università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509, art. 10, lett. f).

L’effettuazione di tirocini nel rispetto delle regole predisposte dall’Ateneo consente agli studenti di ottenere il riconoscimento di un congruo numero di crediti formativi (CFU), generalmente rapportato al numero di ore complessive svolte dai tirocinanti presso il soggetto ospitante (in linea di principio, salvo diversa indicazione del Consiglio del Dipartimento o del Corso di Laurea, 25 ore di tirocinio equivalgono a 1 CFU). 
 
L’Università degli Studi di Parma ha stipulato diverse convenzioni con soggetti pubblici e privati al fine di disciplinare le condizioni e le modalità di effettuazione di periodi di tirocinio da parte dei propri studenti presso i soggetti ospitanti. 
Il tirocinio del CdL in Programmazione e gestione dei servizi sociali
Nel biennio magistrale sono previste 300 ore di tirocinio solitamente da svolgersi nel secondo semestre del secondo anno. Il tirocinio viene attivato presso Enti territoriali convenzionati sotto la  supervisione, di norma,  di un tutor Assistente sociale Coordinatore o Responsabile/Dirigente.
Il tirocinio magistrale si realizza attraverso l’osservazione e la sperimentazione diretta della pratica professionale di coordinamento o di direzione di aree di servizio sociale, nonché attraverso attività di studio, di ricerca e di progettazione.
 
Il tirocinio viene, di norma, avviato attraverso una procedura on-line come STUDENTE NOTO (l’Azienda genera direttamente una domanda di stage visibile dalla voce di menù i miei stage nella pagina ESSE3), tutte le informazioni sono riportate nella GUIDA PRATICA STUDENTE .  
 
L’abbinamento Azienda/Studente è a cura della Segreteria didattica pertanto, per l'attivazione del tirocinio, gli studenti devono rivolgersi a:
 
dott.ssa Francesca Nori
Responsabile di laboratorio
Segreteria didattica 
via Università 7 (piano terra)
tel. 0521/034581
 
⇒ Nella procedura on-line lo Studente deve indicare il nome del tutor universitario che per il CdL magistrale in Programmazione e gestione dei servizi sociali è la prof.ssa Stefania Mazza. 
 
NB. Qualora prima di avviare il tirocinio o durante quest’ultimo intervenissero variazioni (ad esempio: proroga della data di inzio, interruzione temporanea del tirocinio, trasferte...) riguardo a quanto precedentemente indicato nel progetto formativo, queste, dovranno, tempestivamente, essere comunicate via Web attraverso la pagina ESSE3 studenti (voce di menù i miei stage, clic sul semaforo nella colonna proroghe e sospensioni relativo allo stage interessato. Procedere quindi con effettua una nuova richiesta).
 
 In caso di INFORTUNIO sono previste coperture assicurative, pertanto è necessario rivolgersi direttamente all'Ufficio Tirocini formativi .
L'ITER
  • Domanda di ammissione al tirocinio da presentare alla Segreteria didattica nel mese di settembre di ogni anno accademico.  (a cura dello studente);                                                                                                           N.B: Eventuali richieste di ammissione al tirocinio presentate in tempi differenti possono essere accolte se motivate e concordate con il Responsabile di laboratorio e, se necessario, autorizzate dalla Commissione tirocini;
  • domanda per il riconoscimento di CFU da presentare alla Segreteria didattica nel mese di settembre di ogni anno accademico (riservata agli stuenti che rientrano nei parametri indicati nell'art. 1 comma 9 e 10 del Regolamento di tirocinio) - (a cura dello studente);
  • abbinamento Studente - Ente (procedura a cura della Segreteria didattica);
  • avvio del tirocinio (a cura dell’Azienda, dello Studente e del Tutor universitario, in collaborazione con la Segreteria didattica del Corso e l'Ufficio tirocini di Ateneo);
  • stesura del Piano individuale di tirocinio (P.I.T.), da consegnare al Responsabile di laboratorio entro 20 giorni dalla data di inizio del tirocinio (a cura dello studente e del supervisore); 
  • conclusione del tirocinio, caricamento del materiale nella pagina ESSE3 – STAGE (a cura dello studente);
  • esame finale.
L'ESAME

Per sostenere l’esame di tirocinio gli studenti devono allegare nella propria pagina ESSE3 – STAGE, entro 20 giorni dalla conclusione del tirocinio, i seguenti documenti:

  • diario, comprensivo di foglio firme;
  • elaborato finale redatto dallo studente (relazione, ricerca, progetto…);
  • valutazione del supervisore.

15 giorni prima dell'appello d'esame, lo studente deve inoltrare il proprio elaborato e, possibilmente, la valutazione del supervisore all’indirizzo E-mail: stefania.mazza@unipr.it