LEGISLAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI SOCIALI

Docenti: 
COMANDINI ELISA
Crediti: 
6
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
COMANDINI ELISA
Settore scientifico disciplinare: 
SOCIOLOGIA GENERALE (SPS/07)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Anno di corso: 
1
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone di fornire la conoscenza e la padronanza delle fonti normative più rilevanti della disciplina vigente in materia, necessaria per la gestione, l’organizzazione e la messa in rete dei Servizi Socio-Sanitari del territorio.

Contenuti dell'insegnamento

Evoluzione del quadro normativo di riferimento e trasformazione dell’intervento sociale in materia di diritto all’assistenza e di interventi sociali. Orientamento nel sistema integrato di interventi e Servizi.
Organizzazione e riparto delle competenze in materia di progettazione ed erogazione dei Servizi Sociali.

Programma esteso

Nella prima parte del Corso si tratterà l’analisi dello sviluppo e delle profonde trasformazioni istituzionali, organizzative e culturali del sistema dei Servizi alla persona nel nostro Paese, delineando le principali riforme delle politiche sociali e le linee guida che conducono all’approvazione della Legge Nazionale 328/2000 e alla riforma del titolo V della Costituzione italiana. Verrà illustrata la cornice normativa di riferimento, nazionale e regionale, entro cui i Servizi Sociali e Socio-Sanitari si collocano.

Nella seconda parte del Corso saranno presentati, anche attraverso esercitazioni pratiche, i principali elementi che caratterizzano l’organizzazione territoriale della rete dei servizi socio-sanitari, con specifico riferimento alla realtà della Regione Emilia-Romagna: integrazione socio-sanitaria, accreditamento e comparazione di modelli organizzativo-gestionali differenti.

Nella parte finale del Corso si approfondiranno specifici ambiti tematici di intervento (Servizio adulti, Servizio disabili, Servizio anziani, Servizio minori ecc.), anche mediante seminari tenuti da professionisti del settore (coordinatori, dirigenti di Servizi Sociali).

Bibliografia

Bibliografia
Flavia Franzoni, Marisa Anconelli:
“La rete dei Servizi alla persona dalla normativa ll’organizzazione”.
Carrocci Faber.

Massimo Balducci, Lucetta, Tre Re:
“L’organizzazione dei Servizi Sociali”.
Franco Angeli.

Per completezza, si cita la principale normativa che sarà trattata durante il Corso:

L.N. 328/2000 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali;
L.R. 2/2003 Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali;
L.N. 6/2004 Introduzione nel libro primo, titolo XII, del codice civile del Capo I, relativo all’istituzione dell’amministrazione di sostegno e modifica degli articoli 388, 414, 417, 418, 424, 426, 427 e 429 del codice civile in materia di interdizione e di inabilitazione, nonchè relative norme di attuazione, di coordinamento e finali;
L.R. 5/94 Tutela e valorizzazione delle persone anziane - interventi a favore di anziani non autosufficienti;
L.R. 2/2014 Norme per il riconoscimento ed il sostegno del caregiver familiare (persona che presta volontariamente cura e assistenza);
D.G.R. 1206/2007 Fondo regionale non autosufficienza. indirizzi attuativi della deliberazione g.r. 509/2007;
D.G.R. 1230/2008 Fondo regionale per la non autosufficenza - programma 2008 e definizione interventi a favore delle persone adulte con disabilità;
L.N. 104/1992 Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate;
L.N. 285/1997 Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l'infanzia e l'adolescenza;
L.R. 14/2008 Norme in materia di politiche per le giovani generazioni;
L.N. 184/83 Disciplina dell'adozione e dell'affidamento dei minori e successive modifiche L. 149/2001;
D.G.R. 1904/2011 Direttiva in materia di affidamento familiare, accoglienza in comunità e sostegno alle responsabilità familiari.

Metodi didattici

Il Corso si articola su lezioni frontali ed esercitazioni di taglio pratico-teorico, con il coinvolgimento attivo degli studenti.
La didattica frontale verrà dedicata allo studio critico e ragionato dei principali testi normativi nell’applicazione di casi concreti; saranno previsti esercitazioni, approfondimenti tematici e seminari tenuti da professionisti che operano nell’ambito dei Servizi Sociali.
Durante il corso si privilegerà il dialogo e l’interazione con lo studente, al quale verrà riservato in ogni lezione uno spazio adeguato per la discussione ed il confronto.
Il materiale didattico utilizzato durante le lezioni e le esercitazioni sarà caricato periodicamente su Elly (Slides e normative di riferimento).
Durante il Corso, inoltre, potranno essere suggerite letture aggiuntive di approfondimento, rispetto ai testi di riferimento.
Le lezioni si terranno online attraverso la piattaforma Teams.

Modalità verifica apprendimento

La verifica finale, con voto in trentesimi, consiste in una prova orale che si articola in almeno 3 quesiti, atti ad accertare:
conoscenza e capacità di comprensione dei contenuti del corso;
capacità di applicare gli stessi a casi specifici;
capacità di utilizzare un linguaggio tecnico e socio-giuridico adeguato;
capacità di orientarsi nell’organizzazione e nella progettazione dei Servizi Sociali.
La sufficienza sarà raggiunta laddove lo studente dimostri conoscenza e comprensione dei contenuti trattati nel Corso nonché capacità di applicare le conoscenze teoriche ai casi concreti.

Nell’eventuale perdurare dell'emergenza sanitaria, e a seconda dell'evolvere della stessa, l'esame di profitto potrà svolgersi o in modalità mista (ossia in presenza, ma con possibilità di sostenimento anche a distanza per gli Studenti che ne facciano richiesta al Docente), oppure solo con modalità on line per tutti (a distanza). Della modalità prescelta sarà data tempestivamente notizia sul sistema esse3 con anticipo rispetto allo svolgimento dell'esame.