SISTEMI COMPARATI DI WELFARE

Docenti: 
Crediti: 
6
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
SOCIOLOGIA GENERALE (SPS/07)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Obiettivi formativi

Il corso si propone di fornire allo studente un insieme di conoscenze riguardanti origini, sviluppo, principali caratteristiche, crisi e trasformazione dei sistemi di welfare europei, nonché sulle sfide che questi dovranno affrontare per il futuro. Partendo dunque dal concetto di welfare state, il corso avrà ad oggetto lo studio delle caratteristiche, delle dinamiche e dei problemi dei sistemi contemporanei di welfare. In questo modo, si intende mettere a disposizione dei futuri professionisti sociali chiavi di lettura per comprendere i tratti salienti delle politiche di welfare in ottica comparata e chiavi di interpretazione dei principali punti di forza e di debolezza.

Prerequisiti

Il corso non prevede prerequisiti particolari

Contenuti dell'insegnamento

Il corso si strutturerà in due parti: una prima di inquadramento generale del concetto di welfare state e della sua evoluzione storica, delle principali teorie e dei modelli di welfare, nonché delle traiettorie attuali di cambiamento a livello comparato; una seconda, in cui verranno affrontate questioni quali povertà, politiche abitative, politiche di conciliazione di cura e lavoro, politiche sanitarie rivolte agli anziani e in particolare di long term care, politiche rivolte agli immigrati.

Bibliografia

Ranci, C., Pavolini, E., (2015), Le politiche di welfare, Bologna, Il Mulino.

Per gli studenti frequentanti il programma di esame potrebbe essere parzialmente differente, in quanto nella seconda parte del corso verranno fornite letture di approfondimento che sostituiranno alcune parti del manuale. Il docente è disponibile per chiarimenti sia in orario di ricevimento sia tramite email.

Metodi didattici

L’attività didattica sarà condotta nella prima parte del corso in modo per lo più frontale, privilegiando in ogni caso il confronto con gli studenti. La seconda parte del corso alternerà lezioni frontali con esercitazioni e lavori di gruppo, piuttosto che modalità di lezione a carattere seminariale. Si prevede l’utilizzo dell’ambiente elettronico Elly per la condivisione di slide, letture, informazioni e avvisi.

Modalità verifica apprendimento

Prova finale scritta sul testo d’esame. In particolare, si tratterà di 3 domande a risposta aperta senza limiti di spazio da rispettare nella risposta (tempo a disposizione: 90 minuti). Le domande sono aperte e generali, e hanno come obiettivo non soltanto di valutare l’apprendimento nozionistico, ma anche la capacità di elaborazione critica e di interconnessione fra vari “capitoli” di studio.
Per gli studenti frequentanti, alla prova scritta (2 domande a risposta aperta) si aggiungerà una relazione (3/4 cartelle) su uno dei temi trattati nella seconda parte del corso. Maggiori dettagli saranno forniti dal docente durante il corso.
La valutazione finale sarà il risultato della media dei punteggi ottenuti dallo studente nelle diverse prove. In particolare, per gli studenti frequentanti la prova scritta, valutata in trentesimi, vale il 50% del voto finale, mentre l’altro 50% è costituito dalla relazione. Per gli studenti non frequentanti il voto finale è il risultato della prova scritta.