DIRITTO DELLA SICUREZZA SOCIALE

Docenti: 
GRECO MARIA GIOVANNA
Codice dell'insegnamento: 
10019*15170*2016*2015*9999
Crediti: 
6
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO DEL LAVORO (IUS/07)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua dell'insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso si propone di far conseguire allo studente i seguenti obiettivi formativi:
- Sviluppare una conoscenza approfondita del diritto della previdenza sociale
- Acquisire un’ampia capacità di comprendere le modalità di funzionamento del Welfare State.
- Essere in grado di applicare le proprie conoscenze al fine di definire le modalità di risoluzione di controversie giudiziarie.
- Acquisire le conoscenze di base per un’analisi teorico-dogmatica del sistema previdenziale necessarie per la ricerca scientifica e lo svolgimento di attività didattica.- Essere in grado di saper leggere e interpretare con senso critico gli argomenti trattati.- Acquisire la capacità di esprimersi con lessico chiaro e corretto e dimostrare una buona padronanza del linguaggio tecnico-giuridico connesso alla materia trattata.

Prerequisiti

Per gli student di giurisprudenza è propedeutico l’esame di diritto del lavoro

Contenuti dell'insegnamento

Il corso è volto ad analizzare il quadro normativo italiano in materia di sicurezza sociale. Sono analizzati i diritti alla previdenza e all'assistenza come formulati nella Costituzione e le caratteristiche del rapporto giuridico previdenziale. Il corso mira a fornire gli strumenti per la conoscenza e l'applicazione dei principali istituti e prestazioni previdenziali.

Programma esteso

L'idea di sicurezza sociale nella Costituzione italiana e nel diritto dell'Unione europea
Fonti
Origini e sviluppo del sistema previdenziale italiano
Il rapporto contributivo: soggetti, finanziamento, contributi previdenziali, base imponibile
Il rapporto giuridico previdenziale di erogazione delle prestazioni: costituzione, soggetti, svolgimento, eventi protetti
La tutela per la vecchiaia
La tutela per gli infortuni e le malattie professionali
La tutela per l'invalidità e l'inabilità da rischi comuni
La tutela della salute: Servizio sanitario nazionale, la malattia, la maternità
La tutela per la disoccupazione
La tutela nei confronti dell'insolvenza del datore di lavoro
La tutela della famiglia
La previdenza complementare

Bibliografia

M. Persiani – M. D’Onghia, Fondamenti di diritto della previdenza sociale, Giappichelli, Torino, 2016

Metodi didattici

Il corso si articola su lezioni frontali ed esercitazioni di taglio pratico-teorico con il coinvolgimento attivo degli studenti.Durante l’attività didattica verranno evidenziate le caratteristiche di ogni istituto, nonché discusse le problematiche generali legate alla loro applicazione e agli eventuali orientamenti giurisprudenziali.Durante le esercitazioni pratiche, gli studenti, suddivisi in gruppi di lavoro, saranno guidati nell’analisi e nella discussione di casi giudiziari Il materiale didattico utilizzato durante le lezioni e le esercitazioni (slide e sentenze) saranno caricate su elly con cadenza settimanale

Modalità verifica apprendimento

L’esame consiste in una prova orale.
Nell’ambito della prova d’esame agli studenti saranno posti almeno tre quesiti finalizzati a verificare:
• La conoscenza e la comprensione dei contenuti del corso
• La conoscenza dell’elaborazione dottrinaria e giurisprudenziale degli istituti trattati
• La capacità di risoluzione di casi concreti• L’uso di un appropriato linguaggio tecnico-giuridico.La sufficienza sarà raggiunta quando lo Studente avrà mostrato conoscenza, comprensione degli istituti e la capacità di applicare le conoscenze teoriche ai casi concreti.Per I soli studenti frequentanti è prevista la possibilità di sostenere l’esame attraverso una prova scritta secondo le modalità che saranno rese note durante le lezioni.Tale prova parziale sarà svolta al termine del period didattico.Gli studenti non soddisfatti del voto conseguito potranno scegliere di integrare la prova scritta con un colloquio orale. Il voto finale sarà determinate dalla media ponderata delle votazioni conseguite.

Altre informazioni