SOCIOLOGIA GIURIDICA E DEL MUTAMENTO SOCIALE

Crediti: 
9
Settore scientifico disciplinare: 
SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE (SPS/12)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Il corso intende presentare alcuni recenti contributi della sociologia del diritto riguardo a specifiche aree di intervento dei servizi sociali, nel quadro più ampio delle politiche sociali.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso, dopo un’introduzione generale, si svilupperà attraverso la proposta di moduli tematici: il controllo sociale e le politiche penali e penitenziarie; i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza; le mediazioni e la regolazione familiare.

Bibliografia

I volumi per la preparazione dell’esame sono due.

Il primoi:

AMEDEO COTTINO (a cura di), Lineamenti di Sociologia del Diritto, Zanichelli, Bologna, 2016

Il secondo testo può essere scelto tra i seguenti:

A.CERETTI, R.CORNELLI, Oltre la paura. Cinque riflessioni su società, criminalità e politica, Milano, FELTRINELLI, 2013 (pp. 225).

C. Scivoletto, a cura di, Tempo e fiducia. L’affido eterofamiliare del minore, Carocci, in corso di stampa (uscita prevista : settembre 2013);

V. BELOTTI, e Al., Il futuro nel presente. Per una sociologia delle bambine e dei bambini, Milano, Guerini, 2011 (pp . 379);

P. CIARDIELLO (a cura di), Quale pena, Milano, Unicopli, 2004 (pp. 357);

V. POCAR, P. RONFANI, Il giudice e i diritti dei minori, Bari-Roma, Laterza, 2004 (pp. 129);

F. VIANELLO, Il carcere. Sociologia del penitenziario, Carocci, Roma, 2012 (pp. 99).

Nota: Nel corso delle lezioni saranno indicate letture di approfondimento, anche per la definizione di eventuali programmi di studio concordati

Metodi didattici

Lezioni frontali e laboratori seminariali condotti da esperti.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale

Il colloquio orale verrà condotto attraverso tre quesiti che vertono sull'intero programma del corso.
In entrambi i casi, le verifiche riguarderanno in particolare la padronanza delle seguenti aree di apprendimento:
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding) delle problematiche e dei temi trattati duramìnte le lezioni;

• Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding) al servizio sociale, in particolare associando gli apprendimenti teorici con i seminari e le esercitazioni;

• Autonomia di giudizio (making judgements), in particolare formulando ipotesi interpretative e riflessioni personali sulle tematiche complesse presentate nel corso;

• Abilità comunicative (communication skills) dello studente: come sa descrivere e argomentare gli apprendimenti

• Capacità di apprendere, trattenere e rielaborare gli apprendimenti, anche in modo personale.

La prova sarà considerata approvata con un punteggio compreso:

- tra 18 e 21 trentesimi qualora lo studente dimostri sufficiente padronanza nelle aree di apprendimento suddette; -
tra 21 e 24 trenetsimi qualora lo studente dimostri discreta padronanza nelle aree di apprendimento suddette;
- tra 24 e 27 trentesimi qualora lo studente dimostri buona padronanza nelle aree di apprendimento suddette;
- tra 28 e 30 trentesimi qualora lo studente dimostri ottima padronanza nelle aree di apprendimento suddette;
- la lode verrà atribuita qualora lo studente dimostri eccellenti doti di comprensione e eccellente capacità di comprensione applicata oltre a eccellenti doti comunicative e piena maturità di giudizio.